Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lo Sbavaglio

Lo Stato e la Democrazia (parte prima)

E-mail Stampa PDF

Il concetto di ordine non può essere prerogativa delle cultura di destra (anzi non lo è affatto). Ritengo di poter dire che mai nella storia dei paesi democratici qualcosa si sia sviluppato senza una concezione ordinata delle regole della democrazia. Questo vale in tutte le strutture organizzative riguardanti la gestione dello stato democratico. In uno stato democratico ciò che prima di tutto deve funzionare sono gli equilibri tra i vari poteri che compongono l’intelaiatura di base. Nello stato democratico non può e non deve esistere un potere che soverchi un altro, e se ciò accadesse, questo rappresenterebbe nei fatti un tentativo di sovvertimento.

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Gennaio 2010 09:46
 

Il declino - parte terza (..e non finisce qui!)

E-mail Stampa PDF

Credo che non dobbiamo lasciarci influenzare dalla capacità del capitalismo di dimostrarci che egli nel suo complesso sia indistruttibile e inattaccabile. Questo a mio parere è una sorta di convincimento che ormai hai intriso le teste e i cervelli (vuoti per la verità) di tutti quelli che in realtà hanno nei fatti già rinunciato e da molto tempo, all’idea che non solo il capitalismo si può sconfiggere ma anche che si possa fare con  una proposta di società diversa e alternativa all’attuale . Paradossalmente egli è più in crisi di quanto si pensi, proprio quando agli occhi comuni, esso appare più forte e potente che in passato dimenticandosi che quando il drago sputa fuoco è perché ha paura. E ancora più forte appare quando le contrapposizioni diventano deboli e poco propositive sia in termini organizzativi che politici e quando la democrazia viene attaccata nei suoi aspetti essenziali. Proprio quello che sta accadendo in questa fase e chi non pensa alla crisi del capitalismo a mio parere e lo dico con tutto il rispetto pecca di analisi politica ed economica.

 

Dove investire per migliorare la situazione in Italia?

E-mail Stampa PDF

In questi giorni c'è una discussione tra il segretario generale della CGIL Susanna Camusso e il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi su dove investire 10 Mld di € che sembra Renzi metta a disposizione per far ripartire l'economia.

Entrambi cercano di spostare le poche risorse su un unico fronte: la prima le vorrebbe destinate ad aumentare i redditi minimi per dare fiato agli ultimi e il secondo tutti investiti a ridurre il cuneo fiscale per creare più posti di lavoro.

Voi da che parte state? Vi dirò anche la mia opinione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Marzo 2014 16:43
 

Liberi arbitri, libero lavoro

E-mail Stampa PDF

In questa terra non abbiamo nemmeno più la voglia di resistere. Mi disse un giorno papà nonno. La terra ... la nostra terra ci rifiuta ...  siamo come figli di nessuno, seduti a capo chino ad aspettare che i giovani, le nuove generazioni, tornino ad afferrare con le mani  il nostro passato e il loro futuro e se questo non accade presto, il futuro si brucerà come le restoccie, in pieno luglio e non potremo fare più niente. Non è bastato occupare le terre, battersi a che l'ente riforme consegnasse la terra a chi la lavora … Perché solo chi la terra la lavora la può amare, perché la terra parla.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Novembre 2013 20:50
 

L'attesa

E-mail Stampa PDF

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Ottobre 2015 11:51
 


Pagina 1 di 150

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information